• Tag Archives cw
  • Pixie 2

    Girovagando per la rete,mi sono imbattuto in questo semplice schema per la costruzione di un ricetrasmettitore qrpp cw,il Pixie2.Ho trovato molti schemi modificati,ma la mia intenzione,era di assemblare l’originale,per rendermi conto successivamente delle possibili modifiche.Un particolare ringraziamento va a Michele,IW1GFV,per il suo preziosissimo aiuto.L’rtx è ancora in fase di collaudo,nei prossimi articoli cercherò di dare maggiori informazioni sul suo funzionamento.Rendiamoci comunque conto,che si tratta di un oggetto piuttosto rudimentale e non ci si può aspettare molto,la spesa finale si aggira intorno ai 7 euro.Le prime prove sono state comunque incoraggianti,la potenza in uscita si aggira intorno ai 200 mw.Per chi fosse interessato all’autocostruzione di questo micro apparato,suggerisco l’acquisto di un quarzo per i 30 metri,banda molto meno rumorosa e affollata.Ovviamente si dovrà modificare il filtro passa banda.Ricordo che i transistor 2n3904 sono tranquillamente sostituibili con equivalenti,come il 2n2222;tra l’altro,il 2n3904 non oscilla sulla banda dei 10 metri.

    EDIT (aggiornamento) Pixie 2

    Modificata la banda di utilizzo,ora,sto provando un quarzo da 14.000 Mhz,modificato di conseguenza il filtro passa banda,il condensatore in serie al quarzo mi da 13 khz di shift,aggiunto il tastino key esterno.A presto con le prove sul campo.

     


  • Portable Key

    Ecco un portable key a zero euro,completamente autocostruito con materiale di recupero,sicuramente non è bello quanto questo : http://www.mtechnologies.com/palm/ppk.htm,ma 84 dollari sono davvero troppi per un tasto portatile. Hi
    Il tasto è costituito da una piastrina ottonata con incollata una striscia di gomma antiscivolo,una lama armonica piegata e opportunamente forata,un distanziale per pcb,un grano che funziona per la regolazione dell’altezza della battuta,dadi ottonati come fermo.Il pomello,è isolato dal resto del tasto con rondelle di cartone,ed è stato ottenuto da una rondella,su cui è saldato un grano da M4.

    Da portable key

  • Nuova vita alle antenne a gommino

    Le antenne a gommino sono largamente diffuse nell’ambiente radioamatoriale,la loro efficienza è piuttosto limitata,al contrario,una buona telescopica può dare risultati più positivi.Sacrificando il gommino,si riesce ad ottenere un supporto bnc perfetto per una telescopica con foro filettato alla base.Il filetto del bnc del gommino è m6,la base della telescopica è stata forata da 5.2 e filettata da m6.Ecco di seguito il risultato.La telescopica è stata acquistata da wimo,è lunga 140 cm.

    Da antenne a gommino

  • Rockmite 20

    Ed ecco qua il famoso Rockmite,che dire,sembra proprio come lo descrivono,facile e veloce da assemblare,economico e performante.Ricordo che stiamo parlando di un apparato da poco più di 30 euro.Oggi,il primo qso con la Corsica, TK/F6EPO,che mi ha passato un bel 569,l’antenna non era proprio improvvisata,una eco 7+,però mi ritengo molto soddisfatto.Il piccolino si dimostra poco sensibile alle broadcasting,è molto importante usare antenne selettive.In principio,avevo sostituito c9 da 3.3uf,con un condensatore da 10uf,ecco,fate questa modifica,solo se volete ritardare la commutazione da tx arx,che si sa,avviene in automatico;con il 10uf la manipolazione del tasto avverrebbe nel silenzio fino a fine trasmissione,ma la commutazione ad rxverrebbe ritardata,vedete voi (hi).In rete si trovano molte info riguardo questo piccolo e simpatico rtx qrp da 300mw,e molte sono,le opzioni possibili,tipo unvfo,un filtro audio,volume,ecc..

    Un particolare ringraziamento a IZ8FNY,Francesco Parisi,per la sua gentilezza e generosità che ha avuto nei miei confronti,offrendomi in REGALO (parola grossa di questi tempi) questo piccolo apparato.Grazie ancora Francesco 73


  • EFHWA

    Con l’assemblaggio del Rockmite, la necessità di avere un’antenna molto portatile e con un ottimo rendimento si è fatta importante.Parlando con Andrea IZ1IVA,sono venuto a conoscienza dell’ EFHWA,un sistema di accordo per filari a mezz’onda molto interessante, e ,secondo alcuni, molto efficiente. Un progetto semplicissimo che da molte soddisfazioni,soprattutto in portatile e in qrp. Materiale necessario: un contenitore adeguato, un condensatore variabile da almeno 100 pF con la sua manopola,(il mio da 330 pF tipo Varicon,mi permette di accordare anche sui 40 metri), l’inserimento di un condensatore variabile in aria, farebbe si che si possano usare potenze maggiori, un toroide amidon t80.2 e vari connettori, questi ultimi, sono da scegliere in base alle esigenze,io ho optato per un bnc femmina da pannello e 2 connettori a banana femmina. L’antenna vera e propria, non è altro che il nostro amatissimo spezzone di cavo elettrico. In questo caso, per avere minor ingombro in portatile, si può tagliare uno spezzone da 20 metri, e successivamente, dividere il cavo in vari spezzoni calcolati per le varie lunghezze d’onda. Ecco quì di seguito alcune foto e le varie misure degli spezzoni, per operare sulle frequenze cw qrp, con fattore di accorciamento 0,931, quindi cavo da 1,5 mm, in ogni caso, la lunghezza non è così critica. Si ricorda che l’impedenza alla base di un cavo lambda mezzo, è di qualche migliaio di ohm, il rapporto del trasformatore di impedenza sarà di 7 a 1,avremo 21 spire sul primario e 3 sul secondario, un radiale di 5 metri è più che sufficiente per riuscire ad accordare fino ai 40 metri. Le prime prove sul campo sono state molto incoraggianti, da S.Elisabetta, jn35tk, sono riuscito ad effettuare un qso con la Bielorussia, EW7BW 559 come rst, quasi 2000 km con 300 mw di potenza, il cavo penzolava a pochi cm da terra, aggrappato con un coccodrillo al parabrezza dell’auto (hi).

    Sembra incredibile che con la potenza di un led come questo si possano coprire distanze simili,viva il qrp.

     

    Qui di seguito le misure dei vari spezzoni di cavo da 1,5mm
    LUNGHEZZA CAVO in metri — BANDA
    19,86 —————————-40

    13,80—————————- 30

    10   ——————————-20

    7,74 ——————————17

    6,46 ——————————15

    5,60—————————— 12

    4,97—————————— 10

     

     


  • Interfaccia bluetooth per modi digitali ( bluetooth interface for digital mode )

    L’interfaccia bluetooth per modi digitali,è l’esempio che,con poca spesa,un briciolo di pazienza,e una minima conoscenza,si può ottenere qualcosa di buono. L’idea è nata quando ho iniziato ad usare il mio auricolare bluetooth per parlare attraverso Skype. Da appassionato di modi digitali, mi sono chiesto se sarebbe stato possibile,usare il mio auricolare per commutare la radio con il vox. Mai farsi queste domande, ero già su Ebay a cercare un auricolare economico che facesse al caso mio. Ho trovato il jabra bt325s, economico e indicato per qualche piccola modifica. Basta svitare una piccola vite torx e l’involucro si apre facilmente, a dispetto di altri auricolari miniaturizzati, questo, ha una discreta accessibilità. Il jabra bt325s ha un’entrata audio per usarlo come normali cuffie e ascoltare la musica del proprio accessorio multimediale, i-pod, mp3, cellulare ecc., un microfono, come tutti gli auricolari,ed una uscita audio dove vanno inserite le cuffie. Dobbiamo solo eliminare il mic e portare il cavetto dell’i-pod al mic. Tutto qui,si chiude l’involucro ed abbiamo quasi terminato. Mancano solo i cavi che portano alla radio, per questo,ho qualche foto ed uno schema di rappresentazione. Penso che valgano più di tante parole e da un’idea della facilità del progetto. Ovviamente, sul pc,dobbiamo avere il bluetooth,ora molti portatili lo hanno già integrato,in ogni caso,basta una semplice chiavetta. Io uso una piccola chiavetta della Trust, e i driver sono della Widcomm. Installando l’auricolare, avremo a disposizione una nuova periferica audio,e per questo,consiglio l’utilizzo di STADS ( http://www.mp3vcr.com/stads/ ),un piccolo software che ci permette con un solo clic nella tray bar di xp,di cambiare scheda audio predefinita. Tutto questo si può ottenere anche con un semplice pocket pc,con Pocket Digi ed un software come Btmusic,ma questa è un’altra storia. L’interfaccia funziona,la demodulazione avviene senza problemi anche con i segnali più deboli e la trasmissione è pulita. Ringrazio tutti i colleghi om che mi hanno aiutato nelle prove di trasmissione in psk.
    Per chi avesse problemi di uscita audio troppo basso,o volesse anche solo migliorare l’uscita della periferica bluetooth,consiglio questo bel programma: Srs Audio Sandbox,lo si può trovare quì:
    http://www.srslabs.com/store/store/comersus_viewItem.asp?idProduct=6
    Se si fa uso di questo software,settare STADS con Audio bluetooth come recording device,e
    SRS Labs come playback device.
    Per info più dettagliate non esitate a contattarmi.
    73 de IW1GHG

     

     

     


  • Modifica microfono per Yaesu vx-7

    Ero alla ricerca di un microfono esterno con altoparlarlante per il vx-7,in fiera per pochi euro,ho trovato un Pana-Comm PA-SPM210K,sapevo che ero costretto a fare qualche modifica per farlo funzionare sullo Yaesu.
    Per fare in modo che la modifica sia il meno invadente possibile,( quindi senza tagliare alcun cavo ),suggerisco di modificare la cavetteria all’interno del microfono stesso,basta invertire i 4 cavi che arrivano dai 2 jack come si vede dalla foto.A questo punto mi sono detto,ora funzionerà,invece alla pressione del PTT,la radio,non andava in tx.Bene,il buon Michele IW1GFV mi ha suggerito di abbassare il valore della resistenza che si trova in parallelo al microfono.Detto,fatto,ho cercato con un potenziomentro il giusto valore e alla fine ho dovuto optare per una resistenza da 1.8 kohm.L’ho inserita in parallelo alla resistenza da 33kohm già presente e la cosa ha funzionato.
    Per concludere,si ha la neccessità di intervenire sul jack da 3.5,con un cutter,si taglia l’anello isolante che c’è tra la punta ed il centrale,dopodichè si introduce un pò di stagno nella fessura,con della carta abrasiva si elimina il superfluo e si controlla con il tester che ci sia continuità.

    Solo una nota,se notate che va in trasmissione ma non c’è alcuna modulazione,invertite i 2 cavetti (in questo caso il rosso ed il nero) che vanno al mic della radio,il microfono del Pana-Comm è polarizzato e quindi in questo caso,o si inverte lui,o si invertono i cavetti.

    Ricordo,che la modifica è adatta per il vx-7 usando il suo adattatore opzionale ct-91